Vino: guida veloce per brindare online

0

Nonostante una iniziale diffidenza e conseguente partenza al rallentatore, la compravendita di vino online sta crescendo a dismisura grazie all’immediatezza del sistema e al vasto assortimento.

Fate parte degli italiani che associano automaticamente il web a truffe e fregature? Con la speranza di far cadere questo stereotipo, ecco le risposte alle vostre domande:

È sicuro? Quali sono le garanzie sui prodotti?

Regola numero uno: comprare in siti ufficiali e riconosciuti per scongiurare il rischio di ricevere prodotti contraffatti e di misteriosa provenienza. Una volta verificata l’attendibilità della cantina virtuale, guarda le foto e leggi attentamente le informazioni relative alla bottiglia che intendi acquistare.

Misura la qualità di un sito acquistando un vino non pregiato. Se la esperienza si rivelasse positiva, potrai alzare il tiro e mirare alla qualità.

Mai comprato online? Il luogo comune secondo cui il vino venduto online sia scadente e di bassa qualità è ormai tramontato: i grandi distributori adottano sistemi di conservazione all’avanguardia, o si appoggiano a cantine che si occupano dello stoccaggio del vino.

Come comportarsi quando qualcosa non va

Qualora la bottiglia o la cassa di vino fosse danneggiata o non corrispondesse a quella ordinata sul sito, in genere il cliente avrà a disposizione 60 giorni per contattare il venditore e fare reclamo. A quel punto il venditore provvederà alla sostituzione accollandosi i costi di reso e di spedizione. Nel caso in cui il prodotto richiesto non fosse più disponibile, il venditore rimborserà la cifra pagata.

È conveniente?

La domanda da un milione di euro… ma non per chi conosce i meccanismi dell’e-commerce. Gli utenti più smart al quesito ‘conviene acquistare vino online?’, rispondono con questi 3 trucchi:

  1. confrontare il prezzo in rete di una determinata bottiglia di vino con quello di un supermercato o enoteca;
  2. informarsi sulle condizioni di vendita (costi di spedizione);
  3. avvalersi di codici sconto dedicati.

L’ultimo punto è quello più interessante, che può fare la differenza sul totale da pagare. Negli ultimi anni, in Italia si è diffusa una nuova tendenza di fare acquisti. Si tratta dell’utilizzo di codici sconto che ha permesso ai cyber amanti del vino di abbattere notevolmente i costi dei loro ordini.

Codici sconto: dove trovarli e come sfruttarli

I buoni sconto vengono diffusi da siti specializzati, come Piucodicisconto, che raccolgono i coupon rilasciati dalle cantine virtuali in un’unica pagina. Una volta effettuato l’accesso su questi siti, sarà possibile procedere con una ricerca personalizzata e trovare i coupon sconto dell’enoteca online preferita.

La scelta è davvero ampia ma, per sfruttare al meglio questi codici, il consiglio è di prestare attenzione ai termini e condizioni di utilizzo e alla loro validità. A quel punto, non resta che mettere a carrello i vini desiderati e di applicare il coupon in fase di acquisto per ottenere lo sconto sul prezzo finale.

Share.

Lascia un commento