I vitigni abruzzesi

0

L’Abruzzo è forse una delle regioni più strategiche d’Italia e, per la sua posizione al centro della penisola italiana, è stata sempre una terra di passaggio per molti popoli che qui hanno lasciato millenarie tradizioni e segni del loro passaggio. L’Abruzzo è anche un territorio morfologicamente vasto e ricco di grandi vigneti, la regione abruzzese si presenta come un territorio ricco di montagne ma al suo interno ci sono anche zone collinari e pianeggianti e un lungo tratto di costa bagnato dal Mar Adriatico. Tutto questo trova un grande equilibrio nella regione abruzzese che resta comunque una delle regioni più belle del centro Italia, la montagna che da sempre disegna i contorni del suo volto è presente in buona percentuale e domina l’Abruzzo con il grande massiccio del Gran Sasso.

montepulciano d'abruzzo

Zone collinari e tratti costieri completano il panorama paesaggistico dell’Abruzzo rendendo questa regione una zona con una grande varietà di climi, si possono individuare infatti nella regione abruzzese due grandi aree climatiche che si trovano rispettivamente una sulla costa e l’altra all’interno della regione. Il clima nella parte costiera del territorio abruzzese è naturalmente mite e il mare influenza questa parte di territorio rendendo il clima marittimo e abbastanza mitigato; nell’entroterra invece il clima si raffredda e diventa più rigido man mano che ci si avvicina al grande massiccio della Majella e del Gran Sasso.

Il territorio ideale per la coltura della vite è proprio qui, varietà di clima e di territorio sono infatti le condizioni ideali per far crescere la vite e per far diventare l’Abruzzo una terra di grandi vini; oltre ad essere un territorio altamente votato per la coltura della vite la regione abruzzese è anche uno dei più grandi produttori di vino in Italia. In Abruzzo si trovano infatti vitigni sia autoctoni che alloctoni e fanno sì che la produzione abruzzese sia molto vasta e ricca di prodotti apprezzati anche in tutto il mondo.

I paesi importatori di vino abruzzese sono soprattutto la Germania, l’Olanda, gli Stati Uniti e il Canada e i prodotti più apprezzati in questi paesi esteri sono il Montepulciano d’Abruzzo DOC, il Trebbiano DOC e il Controguerra DOC; questi sono i vini più pregiati della regione abruzzese che vengono ottenuti da uve provenienti dai vitigni più importanti del territorio.

In Abruzzo sono presenti grandi aree vitate da cui si producono degli ottimi vini a marchio DOC e DOCG, uno dei vitigni più importanti dell’Abruzzo è il Montepulciano che dà il nome ad uno dei suoi vini rossi più apprezzati al mondo, il Montepulciano è uno dei prodotti a marchio DOC e DOCG nella versione Colline Teramane. Altri vitigni importanti della regione sono il Trebbiano da cui si ottiene il famoso vino bianco Pecorino, il Sangiovese, lo Chardonnay, il Sauvignon e il Merlot.

L’area che più è specializzata nella produzione di vini rossi abruzzesi è quella del Montepulciano che si sviluppa tra Pescara e Chieti, l’area specializzata nella produzione di vini bianchi invece è quella del Controguerra che si estende dalle province di Teramo fino ai confini col Molise. I vini del Controguerra si fregiano del marchio DOC e da questo vitigno si producono diverse varietà di vino come quello bianco, lo spumante, i rossi, i rosati e i passiti; essi vengono prodotti presso i comuni di Ancarano, Controguerra, Torano Nuovo, Colonnella e Corropoli e da qui si ottengono dei grandi vini bianchi apprezzati in tutto il mondo.

Share.

I commenti sono chiusi