Nobile di Montepulciano

0

Il Nobile di Montepulciano Docg è uno dei vini più antichi e rinomati d’Italia. Prodotto in un’area limitatissima situata in provincia di Siena, non deve essere confuso con il Montepulciano D’Abruzzo Doc.

nobile di montepulcianoSi tratta di un vino rosso corposo e deciso, prodotto fin dai tempi degli Etruschi e citato dallo storico latino Livio nelle sue “Storie”. Vino apprezzato da Re e Imperatori di ogni epoca, il Nobile di Montepulciano ha ottenuto la Doc nel 1966 e la Dogc nel 1980, divenendo il primo vino italiano a potersi fregiare di tale prestigiosa certificazione. Il nome ‘Nobile di Montepulciano” si deve ad Adamo Fanetti che decise di chiamare così il vino prodotto nelle sue cantine, in luogo del nome utilizzato fino a quel momento, ovvero, “Vino Rosso Scelto di Montepulciano”.

Caratteristiche

Il disciplinare di produzione impone che il Nobile di Montepulciano possa essere prodotto solo con uve coltivate e lavorate nel territorio del comune di Montepulciano, in provincia di Siena. Più in particolare le uve devono essere coltivate sulle colline che circondano il paese a un’altitudine compresa tra i 250 e i 600 metri.

Questo vino può essere prodotto solo con Sangiovese detto anche Prugnolo Gentile (70%) e Canaiolo nero (20%). In percentuali minime possono essere utilizzati anche vitigni autorizzati della provincia di Siena. Prima di essere imbottigliato il Nobile di Montepulciano deve maturare per due anni a partire dal 1 gennaio dell’anno successivo alla vendemmia. La maturazione può avvenire interamente in botti di legno o alternata in altri tipi di recipienti. In base al tipo di maturazione a cui viene sottoposto il Nobile di Montepulciano assume caratteristiche differenti.

La varietà più pregiata è costituita dal “Riserva” che viene fatta maturare per tre anni con almeno sei mesi di affinamento in bottiglia. Questo vino può essere lasciato a invecchiare anche per 10-15 anni. Il Nobile di Montepulciano deve avere un tasso alcolico minimo di 12,5 gradi. Viene commercializzato in bottiglie di vetro scuro – tipo bordolese – chiuse con un tappo di sughero.

Abbinamenti e degustazione

Alla vista il Nobile di Montepulciano è rosso rubino intenso. I vini invecchiati assumono dei riflessi granato. Il sapore è asciutto e persistente al palato, con note di sottobosco, legno e confettura. La temperatura di servizio è tra i 18 e i 20 gradi centigradi e va stappato almeno due ore prima di consumarlo per consentire la giusta ossigenazione e decantazione. Va servito in bicchieri larghi. Gli abbinamenti consigliati prevedono piatti a base di carni rosse, cacciagione e pollame. E’ indicato anche per accompagnare formaggi stagionati.

Share.

I commenti sono chiusi