I distillati di frutta

0

I distillati di frutta sono tra i liquori più antichi al mondo e ogni paese possiede un suo liquore tipico realizzato con i frutti prodotti dalla propria terra. Ottenute dalla distillazione della frutta matura, queste acquaviti  sono un prodotto di origine rurale, nate dall’ingegno dei contadini che anziché gettar via la frutta di scarto, quella che non poteva essere mangiata perché troppo matura o troppo rovinata, la mettevano a fermentare per poi distillarla e ottenere degli ottimi liquori digestivi.

Alcuni distillati hanno mantenuto la loro caratteristica domestica e vengono prodotti solo in piccole quantità nei paesi di origine, altri come il Calvados o il Kirsh hanno travalicato i confini nazionali e vengono prodotti su larga scala per essere esportati in tutto il mondo.

Si tratta di liquori molto aromatici e con gradazioni spesso elevate poiché, inizialmente, servivano per riscaldare nelle fredde giornate invernali sulle montagne. Per ottenere distillati di frutta di qualità bisogna utilizzare solo frutta sana e aromatica.

Questo tipo di distillato può essere realizzato con qualsiasi tipo di frutta: mele, pere, prugne ciliegie ecc. Esistono distillati molto particolari preparati con le mele cotogne, le ciliegie selvatiche, le castagne o i frutti di bosco.

Produzione

La produzione di un distillato di frutta si divide in vari passaggi. Come prima cosa la frutta viene sminuzzata, privata delle impurità e messa a fermentare. In questo caso devono essere selezionati solo i frutti più maturi e profumati. Durante la fase di fermentazione vengono aggiunti dei lieviti che svolgono la funzione di trasformare in alcool lo zucchero contenuto nella polpa della frutta. La fermentazione dura circa un mese. Il mosto, una volta fermentato, viene distillato in alambicchi continui o discontinui a seconda del tipo di distillato che si vuole ottenere. In alcuni casi viene fatto fermentare solo il succo del frutto per ottenere un liquore più delicato. Il liquore distillato può poi essere messo a invecchiare in botti di legno, in contenitori di acciaio o di vetro per affinarne il gusto e i profumi e per raggiungere una gradazione che oscilla tra i 38 e i 43 gradi.

Distillati di frutta più famosi

Le acquaviti più famose sono sicuramente il Calvados prodotto con le mele bretoni, il Kirsh frutto della distillazione delle ciliegie o il Williamine prodotto con le pere Williams. Proviene dall’ex Jugoslavia ed è molto bevuto anche in Italia lo Slivoviz, un’acquavite ottenuto dalla lavorazione delle prugne. In Italia i migliori distillati di frutta sono prodotti nel Trentino Alto Adige con le famose mele delle valli, con le pere, le prugne e le ciliegie selvatiche.  Buoni distillati di frutta sono prodotti anche in Alsazia e in Normandia, nella Foresta Nera, in Svizzera, in Austria, in Ungheria, in Messico e in Perù.

 

 

Share.

I commenti sono chiusi